26 Settembre 2005

Tante domande sul ciclo

Carissima dottoressa,
ho 15 anni e non ho ancora avuto il ciclo, è normale?
Ho paura, perchè non ho ancora avuto il ciclo, questo puo' essere dipeso dal fatto che pratico sport (tennis), ho un infezione intima (cistite), e dal fatto che ho perso mia madre a soli 3 anni??
Poi vorrei sapere quali sono i sintomi pre ciclo....
Trovo delle peridte baincastre-trasparenti sulle mutandine.... non le ho sempre... da cosa possono essere dipese?
Grazie di cuore, Disperata90


Disperata 90? Ma non è il caso di essere disperata! Piccola cara, che le mestruazioni non siano ancora arrivate può succedere. In genere fino ai 16 anni non ci si preoccupa più di tanto. L'importante è che tu non abbia problemi di salute importanti (ma mi pare di capire che non è così) che spieghino l'assenza della comparsa delle mestruazioni. Se nella tua storia personale non c'è dal punto di vista clinico nulla di rilevante direi di stare tranquilla. Se entro i 16 anni non dovesse comparire il ciclo vai da un ginecologo e spiega ciò che accade. Lo sport può provocare amenorrea se esercitato in modo agonistico, con allenamenti quotidiani di molte ore. La cistite non ha correlazioni particolari con l'amenorrea.
Le perdite trasparenti invece sono probabilmente muco. Spero che tu mi informerai di quando il ciclo arriverà! presto vedrai..
Per quanto riguarda la tua mamma di solito sono i traumi recenti ad avere peso sul sitema nervoso e che possono quindi influenzare il ciclo ovarico. Certamente risenti tuttora di questa perdita dolorosissima ma, smentiscimi se lo ritieni (io non ti conosco e quindi non posso osservarti), dopo 12 anni probabilmente già hai elaborato il lutto e l'aspetto psicologico può considerarsi meno determinante.. mi piacerebbe sapere da te come stai vivendo attualmente questa mancanza, come è presente nella tua quotidianità, come influenza i tuoi pensieri e le tue esperienze; nel frattempo ti abbraccio forte

dr.ssa Eva Grimaldi
Specialista in Ostetricia e Ginecologia
Irccs Burlo Garofolo Trieste

Perdite abbondanti come il ciclo

Cara Dott.ssa intanto grazie per il servizio che offre. Ho una domanda da porLe è normale avere delle perdite bianche sia prima che dopo il ciclo? a volte sono abbondanti quanto il ciclo. Sto aspettando che finiscano queste perdite per andare a fare la mia prima visita ginecologica. Spero in una Sua risposta. cordiali saluti Katia

Abbondanti quanto il ciclo? sarei curiosa di sapere quanto è abbondante il tuo ciclo! se è un ciclo normale per quantità queste perdite bianche forse sono un pò più delle fisiologiche. Ma hai bruciore? senti cattivo odore? la visita ginecologica capita a puntino. E' probabile si tratti di un'infezione quindi il tuo medico farà gli accertamenti e le cure necessarie.. non è nulla di grave in caso sia come ho detto. Un caro saluto

dr.ssa Eva Grimaldi
Specialista in Ostetricia e Ginecologia
Irccs Burlo Garofolo Trieste
 
21 Settembre 2005

Paura della penetrazione

Gentile dottoressa,
le scrivo per un consiglio.. ho 23 anni e sono una delle rare ragazze ancora vergini. Da un po' di tempo sto con un ragazzo di cui sono innamorata. C'è molta sintonia, molto feeling e molta attrazione sessuale... ci baciamo con passione e non solo...ci tocchiamo...abbiamo fatto sesso orale ma ho paura ad essere penetrata...è la mia prima volta e lui non lo immagina perchè quanto al resto sono molto disinibita perchè mi trovo bene con lui...temo di non essere all'altezza, lui viene fuori da una storia durata 4 anni e mi mette a disagio l'idea di dirgli che sono ancora vergine...ma se non lo faccio potrei deluderlo e comunque penso che se ne accorgerebbe...ho una gran voglia di lasciarmi andare con lui ma sono piena di dubbi...dovrei parlargli?
La ringrazio del consiglio!!!


Io credo carissima Elisa che la soluzione alla tua paura sia proprio quella di condividerla con il tuo lui parlandone. Il feeling che vi unisce è una marcia in più che avete e io lo sfrutterei fino in fondo, aprendogli il tuo cuore, facendo parlare la tua pancia (sinonimo, le tue emozioni) e lasciando perdere i condizionamenti del cervello. Da quanto scrivi sono ottimista nel credere che la sensibilità con cui lo hai conquistato anche questa volta colpirà nel segno. In bocca al lupo!

Gentile dottoressa,
la ringrazio della sua risposta e mi permetto di abusare ancora della sua pazienza e disponibilità... Lunedi ho fatto per la prima volta l'amore col mio ragazzo, non c'è stato modo di parlarne perchè è stato tutto molto naturale... da baci e carezze è sorta in entrambi la volgia di andare oltre e cosi mi sono lasciata guidare da lui e, con le dovute precauzioni, abbiamo fatto sesso... l'atto in se ha avuto una durata piuttosto breve perchè il grado di eccitazione del mio ragazzo era già piuttosto elevato...il motivo per cui le scrivo è che durante la penetrazione non ho sentito quasi dolore, solo un leggero fastidio e non c'è stata nessuna perdita di sangue...ho già letto sul sito tutte le varie risposte relative ai diveri tipi di imene e quindi le vorrei chedere se questo possa dipendere dal fatto che vista la brevità dell'atto non mi abbia penetrata fino in fondo?c'è la possibilità insomma che in un prossimo rapporto io abbia dolore e perdita di sague? non è il dolore in sè a spaventarmi ma mi piace sapere e capire cosa mi aspetta...le sembrerà strano ricevere domande del genere da una ragazza della mia età ma credo di essere una ragazza di altri tempi che non riesce a scindere il sesso dall'amore e che ha quindi conservato la verginità come un dono prezioso da dare a chi lo meritasse ma che si ritrova ora coi dubbi e le paura di un'adolescente! la ringrazio ancora e porgo un cordiale saluto
Elisa


Eccoti! mi fa piacere risentirti. Ti sei sostanzialmente risposta da sola . E' probabile come dici tu che il rapporto non sia stato completo oppure che il tuo imene sia partcolarmente elastico e che quindi tu rientri tra quelle donne che non hano dolore e sanguinamento al primo rapporto. Si tratta di vedere con le esperienze future cosa succederà, sempre nella serenità più assoluta. I timori restano, d'accordo con te, ma il passo fatto deve farti acquisire fiducia. Ascoltare le emozioni è spesso la soluzione a molti dei nostri mali, più di quanto immaginiamo

dr.ssa Eva Grimaldi
Specialista in Ostetricia e Ginecologia
Irccs Burlo Garofolo Trieste

Se il preservativo è rotto, come ci se ne accorge?

Cara dottoressa,
premetto che la mia storia e un pò lunga e complicata.. spero di non farle perdere troppo tempo ma ho davvero bisogno di un aiuto ESPERTO!
Il 14 agosto ho avuto il mio primo rapporto (Preservativo), il 22/08 mi sarebbe dovuto arrivare il ciclo e invece nulla.. solo perdite di sangue scuro il 16 e 17 agosto.. poi più nulla. Premetto che non ho un ciclo regolare (ma che comunque non mi salta mai!), che seguo una terapia a base di Progeffik e che era un periodo di stress. Per togliermi ogni ansia faccio un test di quelli che si comprano in farmacia: Negativo! E il 14 settembre mi arriva il ciclo.. Posso essere sicura al 100% di non essere incinta? Anche se il ciclo pur essendo abbondante e durando 3 giorni mi è sembrato diverso dal solito?Sarà solo una mia impressione? Io continuo a sentire dolori al basso ventre!Un ultima cosa per il futuro.. quando il preservativo si rompe è possibile che nessuno dei 2 se ne accorga o comunque a fine rapporto ci se ne accorge per forza? Grazie in anticipo per la sua disponibilità
Un abbraccio Marta


Anche se è verosimile che quella che hai avuta sia stata una mestruazione, per fugare ogni dubbio ti consiglio di fare un altro test, come in precedenza (ormai sai già tutto in merito).

Per quanto riguarda il preservativo rotto l'unica maniera per sapere se resta intatto oppure no è ispezionarlo alla fine del rapporto. Prima può putroppo sfuggire, ciao

dr.ssa Eva Grimaldi
Specialista in Ostetricia e Ginecologia
Irccs Burlo Garofolo Trieste

Dolore al fianco

Gentile ginecologa, è da un po' di tempo ke mi capita di avere dei dolori al fianco destro e a volte ne risento fino alla zone pubica, sempre destra. Mi capita maggiormente dopo aver fattto sforzi, ma anche la notte mentre dormo. I dolori non sono mai acuti, tranne una volta, mi capitò dopo una corsa (ma non credo c'entri molto) e andai dal medico, il quale penso' ke si trattasse di calcoli renali. La stessa sera mi presi un Aulin e mi passo'. il giorno dopo feci l'eco ai reni ed anke alla colecisti ed era tutto ok. il dolore mi prende come delle piccole fitte,ed è un misto tra dolore e bruciore. Non mi impedisce niente, ma mi fa preoccupare...considerando ke sono anke un po' ipocondriaca!!!!
secondo lei di cosa si tratta? le mie ovaie sono quasi sane, nel senso ke solo la sinistra è policistica... puo' essere muscolare, vaginale o.... la prego mi dica di no, l'appendicite?! grazie 1000. giulia, 20 anni


Potrebbe trattarsi di una marea di cose che non ti elenco perchè se sei ipocondriaca come mi dici rischio di spaventarti. Non sembra essere nulla di acuto dato che dura da qualche tempo e il disturbo non è costante; se dovesse durare, con l'aiuto del tuo medico di base dovresti indagare a fondo. Magari iniziando con una semplice visita dell'addome che può spesso dirci molto, un esame delle urine, un emocromo.. cose semplici ma che spesso possono orientarci sull'origine. Aspetto tue notizie..

dr.ssa Eva Grimaldi
Specialista in Ostetricia e Ginecologia
Irccs Burlo Garofolo Trieste

Pillola: ancora dubbi

Salve dottoressa,
le ho già scritto mesi fa ma non ho ricevuto risposta (capisco che sia sommersa dalle e mail).. volevo semplicemente sapere se la pillola che dovrò prendere (Arianna consigliata dalla ginecologa) abbia effetti collaterali rilevanti.. e se è vero che favorisca la formazione di tumori.. e se fa ingrassare.. ho chiesto e mi sono informata ma non ho avuto pareri uguali e chiari. Oggi è il mio primo giorno di mestruazione ma non ho ancora la ricetta ..devo aspettare il prossimo mese o la posso prendere anche in un altro giorno del ciclo? in questo caso che succederebbe? altra cosa ..avevo antitrombina leggermente fuori.. 122..può essere dovuto al fatto che quando ho fatto le analisi del sangue 15 gg prima avevo preso Norlevo? (giugno) ora sono stata costretta a riprendere la pillola del giorno dopo (18 agosto) è il caso che rifaccia le analisi? grazie mille,saluti


Per quanto riguarda gli effetti collaterali della pillola li ho molto spesso trattati in mail precedenti per cui ti consiglio di andarle a leggere (mail di giugno o luglio); troverai senza dubbio le risposte ai tuoi dubbi. Per quanto riguarda l'inizio dell'assunzione è consigliabile iniziare dal prossimo ciclo (primo giorno della mestruazione come in teoria dovevi fare questo mese). Per quanto riguarda i valori di antitrombina non ritengo siano imputabili al Norlevo assunto e in più voglio tranquillizzarti dicendoti che è meglio avere un pò di antitrombina in più che in meno essendo un fattore protettivo verso le trombosi, il cui rischio aumenta assumendo la pillola (ovviamente valori che si discostino poco dalla norma come nel tuo caso che è da considerare praticamente un valore normale).

dr.ssa Eva Grimaldi
Specialista in Ostetricia e Ginecologia
Irccs Burlo Garofolo Trieste

Voglio un figlio: qual'è il momento giusto?

Scusatemi se La disturbo volevo chiederle un informazione....
Per avere una gravidanza bisogna avere rapporti quando il follicolo presente
sull'ovaia scoppia?? e che probabilità ci sono di rimanere incinta???
Se non rimango incinta vuol dire che abbiamo dei problemi???
La prego mi risponda al più presto è urgente anche perchè sono stata proprio ieri dal ginecologo e mi ha detto che sta per scoppiare e visto che desidero una gravidanza vorrei sapere se questo è il periodo giusto Grazie


Ebbene sì, il periodo in cui la donna è maggiormente fertile si colloca proprio verso la metà del ciclo mestruale (14° giorno del ciclo mestruale in cicli di 28 giorni) quindi al momento dell'ovulazione e qualche giorno dopo; ci sono dei dispositivi che possono far comprendere quando l'ovulazione è avvenuta (rilevatori della temperatura corporea basale che all'ovulazione tende ad aumentare; comparsa di muco filante dal canale cervicale). I rapporti mirati quindi in fase ovulatoria sono quelli che maggiormente creano le premesse per l'incontro del gamete femminile con quello maschile.
Non tutte le donne restano gravide subito al momento in cui cercano la gravidanza, infatti si parla di sterilità quando, dopo un anno di rapporti non protetti, la coppia non riesce a concepire (dando per scontato un numero di rapporti adeguato, ogni 3-4 giorni per avere maggiori probabilità di essere in periodo ovulatorio).

dr.ssa Eva Grimaldi
Specialista in Ostetricia e Ginecologia
Irccs Burlo Garofolo Trieste

Piccoli tagli e secchezza

Gent.ma Dott.sa Grimaldi,
la contatto perche non so a chi rivolgimi per questo problema, dunque, dopo aver consultato anche il mio ginecologo, che però evidentemente non mi ha dato un consiglio ottimale, le chiedo cortesemente di darmi un consiglio se possibile. Dunque, ho iniziato da gennaio di quest anno, dopo un IGV, a prendere la pillola Loette, questa nn s'era rivelata ottimale (dava spotting continuo) e cosi il ginecologo mi prescrisse Yasmin, anche con questa ebbi (e tutt'ora ho,anche se in forma molto minore) problemi di spotting che però sembrano ridursi andando avanti nel tempo.... speriamo bene..
il problema sorto con questa pillola è che mi provoca una gran secchezza, ho provato ad andare in farmacia a chiedere un lubrificante e mi hanno dato la VIDERMINA, che però mi da bruciore al momento del rapporto :( oltre alla secchezza,mi si formano sovente dei taglietti piu o meno lunghi, superficiali, ma le assicuro molto fastidiosi, e credo di poter affermare cn sicurezza che non si tratta del mio ragazzo (tra l altro depresso,perche fare sesso sta diventando un 'scansare il dolore') in quanto è molto attento e delicato.
non so a cosa siano dovuti questi tagli (accompagnati da un rossore della zona e ad un bruciore esterno che mi capita ad esempio se quando vado ad urinare l'urina scorre per quella zona) e nn so piu come fare, spero in un suo aiuto.
grazie mille,
Stefania.


Per prima cosa evita di utilizzare salvaslip se ne fai uso e di indossare pantaloni troppo aderenti perchè se esternamente sei infiammata questi possono peggiorare i disturbi. Secondo me è il caso di considerare una pillola diversa da Yasmin se il disturbo è persistente e così fastidioso. Andrebbe rivisto il tipo di progestinico contenuto nel contraccettivo, tenedo conto del problema dello spotting; quindi riparlane con il tuo ginecologo. Esternamente potresti applicare nel frattempo una crema tipo VEA LIPOGEL che ha un'azione emolliente molto buona. Ciao

dr.ssa Eva Grimaldi
Specialista in Ostetricia e Ginecologia
Irccs Burlo Garofolo Trieste
 
19 Settembre 2005

Paura di fare l'amore

salve dottoressa,
sono una ragazza di 15 anni e ho un problema (se si può definirlo così), ho paura di fare l'amore, ma non è una paura normale come può esserlo per tutti, sono letteralmente terrorizzata! Da qualche tempo mi piace un ragazzo, stavamo alle elementari insieme e sono ancora molto affezionata a lui, nonostante abbiamo perso un pò i contatti. Ci sarebbe la possibilità di mettermi con lui ma ho una grande paura. Primo perchè sarebbe praticamente il mio primo ragazzo (dato che il mio precedente rapporto è stato più un amicizia molto profonda che un rapporto vero e proprio, non ci siamo mai baciati in bocca) secondo perchè lui mi ha fatto capire che con la ragazza con la quale si fidanzerà vorrà farci l'amore, e io ho paura... (inoltre mi vergogno a toccarmi io stessa), ho paura del dolore, del sangue, della vergogna che posso provare in quel momento e di tanto altro!
Tutti dicono che forse non sono anora pronta e che se lui mi ama saprà aspettare ma io non la vedo una cosa breve e non penso che un ragazzo per quanto dolce e comprensivo possa essere aspetterebbe 5-10 anni anche solo per toccarmi! dottoressa la prego mi aiuti... io vorrei avere un ragazzo, ma sono timidissima e paurosa insomma una schifezza!
la ringrazio in anticipo per l'aiuto
anonima


Hai veramente tutto il tempo che vuoi per crescere e incontrare tante diverse persone; è evidente che ancora non sei pronta, nonostante tu lo neghi. Quando incontrerai la persona giusta queste esitazioni non ci saranno più. In bocca al lupo e non avere fretta!

dr.ssa Eva Grimaldi
Specialista in Ostetricia e Ginecologia
Irccs Burlo Garofolo Trieste

Non mi piace toccarmi

cara dottoressa sono un po' preoccupata perchè ho 18 e non mi masturbo... cioè non mi piace toccarmi... è un problema? le faccio questa domanda perchè mi hanno detto che io sono molto timida proprio perchè non mi tocco!! avrò problemi per quanto riguarda il primo rapporto? perchè avevo dimenticato di dirle che sono ancora vergine!!! mi tolga questo dubbio... grazie mille!

Stai tranquilla perchè ogni persona vive la propria sessualità in modo diverso dalle altre e tu rientri nella norma. Vedrai che quando lo vorrai, al momento opportuno, sarai tu stessa a desiderare questa esperienza; parola mia!

dr.ssa Eva Grimaldi
Specialista in Ostetricia e Ginecologia
Irccs Burlo Garofolo Trieste

Depilazione intima

Salve e scusate il disturbo. Stavo navigando su internet per avere alcune informazioni un pò particolari ed ho trovato il vostro indirizzo così ho pensando di scrivervi sperando che mi possiate essere un pò di aiuto.
Volevo avere alcune chiarificazioni su quanto riguarda la depilazione vaginale: purtroppo non faccio che avere pareri contrastanti... La depilazione vaginale anche delle labbra può provocare alcune conseguenze dannose alla persona soprattutto causate dalla sporcizia o da peli incarniti o non comporta
assolutamente niente? Cioè parlando chiaramente fa male depilarsi o può essere fatto senza nessun problema?
In più qual'è il metodo migliore per effettuare una depilazione vaginale "completa" possibilmente senza dover ricorrere all'estetista?
Infine l'ultima domanda: il rapporto anale comporta dei rischi per la donna? Può provocare malattie di qualche genere se fatto magari troppo spesso o non si corrono rischi?
Vi sono estremamente grato in anticipo. Sperando in risposte che mi possano dare chiarificazioni in merito vi invio i miei più cordiali saluti


La depilazione vulvare non ha controindicazioni particolari a parte come dici tu la possibilità che i peli crescano sottocute e che si formino dei foruncoli. La depilazione vulvare completa con ceretta ha il vantaggio di evitare che i peli si irrobustiscano e infoltiscano troppo; viene praticata dalle estetiste anche totalmente tuttavia non è da trascurare il dolore provocato (soggettivo e poi tendente a diminuire). Dopo la ceretta consiglio crema a base di ossido di zinco e aloe per lenire il tutto. Eviterei creme depilatorie e rasoio.

I rapporti anali hanno maggiore rischio di trasmissione di malattie come HIV e epatiti rispetto ai rapporti normali vaginali e come questi espongono a rischio di trasmissione di HPV (human papilloma virus) responsabile di condilomatosi.

dr.ssa Eva Grimaldi
Specialista in Ostetricia e Ginecologia
Irccs Burlo Garofolo Trieste

Infestazione batterica

Egr. Dott.ssa,
questa è già la seconda volta che Le scrivo dato che la sua risposta ad un
precedente argomento mi ha soddisfatto pienamente; per tanto ho immensa
fiducia in Lei.
E' da circa 2 settimane che ho un prurito continuo sull'addome (dall'ombellico, fino al basso ventre quasi all'inizio del pene). La pelle è arrossata e i peli presenti sulla cute hanno delle macchie bianche. La cosa
più grave è che mi capita di trovare dei piccolissimi insetti bianchi (circa 1-2 mm) di forma ovale. A quanto pare questi insettini escono dalla base dei peli, ne trovo pochi (4 più o meno) una volta al giorno (nel primo pomeriggio).
Ho provato a documentarmi e ho trovato varie notizie su eventuali infestazioni batteriche (dalla puntura della Botfly, all'infestazioni di batteri dei cani data la mia vicinanza a questi animali); molti consigliano una pomata antimicotica, altri di visitare un veterinario, altri ancora suggeriscono di disinfettare la cute e lasciare che l'infestazione passi da sola. Ma di cosa si tratta veramente? Come devo agire? Chi devo consultare?Spero che questa infestazione non sia dovuta a motivi sessuali (data anche la vicinanza a zone intime, infatti è all'altezza della vescica). La ringrazio per una sua risposta già in anticipo.
Cordiali saluti, Eugenio


Sento di poter escludere una malattia a trasmissione sessuale in senso stretto anche se il contatto interumano è la via più probabile di infestazione (non posso dire di cosa si tratti non avendo visto con i miei occhi); vai subito a fare una visita dermatologica, senza perdere tempo, dato che dalla tua descrizione potrebbe trattarsi di una infestazione da pidocchi (pediculosi); evita i rapporti sessuali fino a quando non avrai appurato di cosa si tratta.

dr.ssa Eva Grimaldi
Specialista in Ostetricia e Ginecologia
Irccs Burlo Garofolo Trieste

Dimenticanza

Dottoressa, se ha un attimo di tempo mi aiuti...
Oggi andando a prendere la pillola (la n°18 della confezione da 24 - Minesse) mi sono accorta che la 17 era ancora li !!! Così ne ho subito prese 2...ma come minimo sono passate 24h dalla dimenticanza..non saprei dire quando l'ho dimenticata di preciso!
Adesso finisco la confezione, e faccio la normale pausa, o devo saltare la pausa? Da quando sono coperta nuovamente? Dalla prima della prox confezione? L'ultima cosa..presumo di aver dimenticato la pillola ieri (giovedì)...ho avuto rapporti sabato, domenica sono sicura di averla presa.. Sono a rischio ? Grazie per la risposta...sono in uno stato di confusione e agitazione totale ! F.


In teoria dovresti essere a basso rischio di gravidanza dopo questa dimenticanza; Per la sospensione non devi modificare nulla, fai come al solito. Se dovessero comparire ritardi mestruali ovviamente fai subito un test. Ciao

dr.ssa Eva Grimaldi
Specialista in Ostetricia e Ginecologia
Irccs Burlo Garofolo Trieste
 
16 Settembre 2005

Ovaio micropolicistico

cara dottoressa è da tanto che leggo il suo sito su Girlpower ma solo ora ho deciso di "raccontarle" la mia storia.
Non ho mai avuto un ciclo regolare ma a partire dal 2000 è quasi scomparso: tra un ciclo è l'altro sono passato addirittura 8 mesi. La prima ginecologa alla quale mi sono rivolta mi ha somministrato prima per un mese e successivamente per tre mesi consecutivi (senza farmi fare alcun tipo di analisi) il Lutenyl. Dopo aver visto che la cura non serviva a niente tranne che a fare danni sono andata da un altro ginecologo con il quale sono in cura dal settembre del 2002, mese in cui, successivamente ad una puntura di ormoni,il ciclo era latitante, e all'aver visto che ho entrambe le ovaie micropolicistiche e la sinistra ha una circonferenza di tre cm ho iniziato a prendere Minesse.
Da allora non ho più cambiato ginecologo perchè mi trovo bene però non ho mai avuto il coraggio di chiedergli se la percentuale delle probabilità di rimanere incinta sia o meno alta... sa com'è.. a 25 anni, anche se non ho ancora intenzione di sposarmi a queste cose ci si comincia a pensare seriamente. La ringrazio infinitamente...


Vedo molto spesso ragazze con il tuo stesso problema e spaventate dall'idea di non poter avere figli, avere delle gravidanze che decorrono perfettamente. E sono sicura che anche per te sarà così. Per quanto riguarda l'uso della pillola la considero una buona scelta nel trattamento dell'ovaio micropolicistico. Stai serena!

dr.ssa Eva Grimaldi
Specialista in Ostetricia e Ginecologia
Irccs Burlo Garofolo Trieste
 
14 Settembre 2005

Garanzie della pdgd

gentile ginecologa volevo porle una domanda.
ho 18 anni e circa 3 settimane fa ho avuto un rapporto col mio ragazzo ke si e' concluso con la rottura del preservativo.
il giorno successivo siamo corsi al pronto soccorso e ho assunto la pillola del giorno dopo. poki giorni dopo ho avuto delle leggerissime perdite di sangue ke sono durate per circa 3 giorni. le mestruazioni mi sarebbero dovute arrivare il 10 e di solito sono puntualissime, ma ankora non sono arrivate!
rischio il perikolo di essere incinta? cosa mi konsiglia di fare? sono abbastanza preokkupata! la ringrazio ed attendo risposta


Ti consiglio di andare in farmacia ed acquistare un test di gravidanza sulle urine; potrebbe essere che sia un ritardo casuale ma sai bene che la pillola del giorno dopo non dà una garanzia del 100% di evitare la gravidanza..

dr.ssa Eva Grimaldi
Specialista in Ostetricia e Ginecologia
Irccs Burlo Garofolo Trieste
 
avanti >

Studenti.it Iscriviti alla community di Studenti.it Segnala un abuso Crea il tuo blog Foto Vip
© BanzaiMedia | Community | Tutti i video | Testi canzoni | Cinema e Film | Aiuto e supporto